07 feb 2013

Le mie schede elettorali all'estero

Oggi, in quanto residente all'estero, ho ricevuto le schede elettorali (Camera e Senato) per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 [(*) Nota: il fatto che si voti su due giorni, domenica e lunedì, mi fa rabbia; alla fine del post ne spiego il motivo].

E' una sensazione strana, perché è la prima volta che mi ritrovo le schede tra le mani a casa mia... Tra l'altro mi ha appena chiamato il mio amico Gianpaolo da Zurigo, anche lui ha ricevuto le schede e ha concluso la chiamata dicendo che stava per portarsi le schede elettorali in bagno per farne buon uso!...  :)

Mi piacerebbe far vedere le schede a parenti ed amici, ma mi sono chiesto: non sarà mica vietato? Ricordo di aver sentito di persone arrestate o denunciate per aver fotografato la scheda nel seggio. Ovviamente loro lo hanno fatto con la scheda già segnata, per fare voto di scambio, mentre a me interessa solo far vedere con qualche giorno di anticipo ai miei conoscenti come si potrebbe presentare una scheda. 

Ho allora controllato la legge del 2008 e vi si menziona unicamente il divieto di "introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini": di conseguenza utilizzando il mio scanner a casa mia, e soprattuto con la scheda non ancora segnata, dovrei essere tranquillo (se rischio che mi venga a prendere l'Interpol fatemelo sapere e rimuoverò subito le immagini!!!).

Eccole qua, quindi, le schede elettorali per la "Circoscrizione Estero - Ripartizione Europa", rispettivamente per Camera e Senato:



Visto che grazie al Porcellum non possiamo scegliere i candidati, che vengono eletti sulla base delle liste stilate dalle segreterie dei partiti, ecco qua le liste per la circoscrizione predetta (mi sono state spedite nella stessa busta che conteneva le schede):



A occhio e croce sulle schede ci sono meno simboli di quelli che troveranno i residenti in Italia: ah quanto mi mancano le belle lenzuolate con 30 simboli!

(*) Nota: Quasi sempre per le elezioni politiche si è votato di domenica e lunedì. Nel 1996 decisero di far votare solo la domenica. Ma io quel lunedì avrei compiuto 25 anni. Quindi la domenica tecnicamente avevo ancora 24 anni. In virtù di questo fatto non ho potuto votare per il Senato ma solo per la Camera. Per votare per il Senato ho dovuto aspettare il 2001, per la precisione 5 anni e 3 settimane. Che jella, non so perché ma al tempo ci tenevo. Poi ovviamente hanno rimodificato le regole, e adesso si vota daccapo sia di domenica che di lunedì...

1 commento:

  1. e che mi dici di chi s'è fotografato la scheda votata e ha postato la foto su facebook?
    Ho visto anche questo. Saluti dalla micro-circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antartide °___°

    RispondiElimina