05 lug 2010

Mezzo infarto

Stamattina sono arrivato in Cittadella, ho posteggiato, sono sceso dall'auto e mi sono diretto sotto il solleone di Luglio verso la Facoltà.
Poco dopo ho avvertito un fortissimo formicolio al braccio. Quale braccio, ho pensato? Il sinistro, accidenti. Il formicolio è diventato sempre più forte, fino a quando non ho avvertito anche un capogiro e ho rischiato di cadere.
Mi sono fermato qualche istante, ho inspirato profondamente e ho provato a riprendere a camminare, ma un altro fortissimo capogiro mi ha quasi fatto cadere e mi ha costretto a sedermi per terra, sotto gli occhi increduli del vigilante all'ingresso.
"Ecco, ci siamo" ho pensato. "Mai un preavviso e adesso, tac! un bell'infarto a 39 anni...".
Per fortuna dopo essere rimasto seduto a terra un minuto ho cercato di convincermi che forse mi ero solo suggestionato, il braccio sinistro magari mi formicolava per qualche altro motivo e tra la suggestione e lo sbalzo termico (in auto avevo usato - ovviamente - l'aria condizionata) mi ero auto-provocato un piccolo collasso.
Così sono riuscito a raggiungere la macchinetta del caffé del Dipartimento di Matematica, dove la mia dose di caffeina mi ha convinto che nonostante il formicolio al braccio la mia ora non era ancora giunta.
Raggiunta poi la mia stanza i capogiri sono continuati, così dietro suggerimento dei miei coinquilini ho cercato di capire che cavolo potesse succedere.
Mi sono così ricordato che da un paio di giorni il dottore del Centro Cefalee mi aveva prescritto un nuovo farmaco contro il mal di testa, il Topamax, e che forse poteva avere qualche effetto collaterale.
Così non avendo con me la scatola mi sono procurato il bugiardino online qui, e in effetti quel medicinale presenta "qualche" effetto collaterale:

  • Infezioni ed infestazioni. Molto comune: rinofaringite.
  • Patologie del sistema emo-linfopoietico. Comune: anemia; Non comune: eosinofilia, leucopenia, linfoadenopatia, trombocitopenia; Rara: neutropenia.
  • Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Comune: anoressia, diminuzione dell'appetito; Non comune: ipopotassiemia, aumento dell'appetito, acidosi metabolica, polidipsia; Rara: acidosi ipercloremica, iperammoniemia.
  • Disturbi psichiatrici. Molto comune: depressione; Comune: comportamento anormale, aggressività, agitazione, ira, ansia, bradifrenia, stato confusionale, umore de presso, disorientamento, disturbi del linguaggio espressivo, insonnia, alterazioni dell'umore, sbalzi d'umore; Non comune: instabilità affettiva, apatia, pianto, distraibilità, disfemia, risvegli precoci, umore elevato, umore euforico, appiattimento affettivo, allucinazioni, allucinazioni uditive, allucinazioni visive, insonnia iniziale, mancanza di conversazione spontanea, diminuzione della libido, indifferenza, perdita della libido, insonnia media, attacchi di panico, reazione di panico, paranoia, perseverazione, disturbi psicotici, disturbi nella lettura, incapacità a stare fermi, disturbo del sonno, ideazione suicidaria, tentativo di suicidio, lacrimevolezza, pensiero anormale; Rara: anorgasmia, disturbo nell'eccitamento sessuale, sentimenti di disperazione, ipomania, mania, orgasmo anormale, diminuzione dell'orgasmo, disturbi di panico.
  • Patologie del sistema nervoso. Molto comune: vertigini, parestesia, sonnolenza; Comune: amnesia, disturbi dell'equilibrio , disturbi cognitivi, convulsioni, coordinazione anormale, disturbo dell'attenzione, disartria, disgeusia, ipoestesia, tremore intenzionale, letargia, compromissione della memoria, compromissione mentale, nistagmo, capacità psicomotorie compromesse, sedazione, tremore; Non comune: ageusia, afasia, aura, sensazione di bruciore, sindrome cerebellare, goffaggine, crisi parziali complesse, riduzione dello stato di coscienza, instabilità posturale, ipersalivazione, disestesia, disgrafia, discinesia, disfasia, distonia, formicolii, convulsioni da grande male, ipersonnia, ipogeusia, ipocinesia, neuropatia periferica, parosmia, scarsa qualità del sonno, presincope, iperattività psicomotoria, eloquio ripetitivo, disturbi sensoriali, perdita delle sensazioni, disturbi della parola, stupore, sincope, difetti del campo visivo; Rara: acinesia, anosmia, aprassia, disordini del ritmo circadiano del sonno, tremore essenziale, iperestesia, iposmia, mancata risposta agli stimoli.
  • Patologie dell'occhio. Comune: diplopia, offuscamento della vista, disturbi visivi; Non comune: blefarospasmo, secchezza oculare, aumento della lacrimazione, midriasi, miopia, fotofobia, fotopsia, scotoma, riduzione dell'acuità visiva; Rara: disturbo dell'accomodazione, alterazione della percezione di profondità visiva, ambliopia, cecità temp oranea, cecità unilaterale, edema della palpebra, glaucoma, cecità notturna, presbiopia, scotoma scintillante; Non nota: sensazione anormale agli occhi, glaucoma ad angolo chiuso, disturbi del movimento oculare.
  • Patologie dell'orecchio e del labirinto. Comune: dolore all'orecchio, tinnito, vertigini; Non comune: sordità, sordità neurosensoriale, sordità unilaterale, malessere all'orecchio, compromissione dell'udito.
  • Patologie cardiache. Non comune: bradicardia, palpitazioni, bradicardia sinusale.
  • Patologie vascolari. Non comune: rossore, vampate di calore, ipotensione, ipotensione ortostatica; Rara: fenomeno di Raynaud; Non nota: eventi tromboembolici.
  • Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche. Comune: dispnea, epistassi, congestione nasale, rinorrea; Non comune: disfonia, dispnea da sforzo, ipersecrezione dei seni paranasali.
  • Patologie gastrointestinali. Molto comune: diarrea, nausea; Comune: malessere addominale, dolore addominale, dolore all'addome superiore, costipazione, secchezza delle fauci, dispepsia, gastrite, parestesia orale, malessere allo stomaco, vomito; Non comune: distensione addominale, dolore all'addome inferiore, dolore alla palpazione addominale, alitosi, malessere epigastrico, flatulenza, malattia da reflusso gastroesofageo, sanguinamento gengivale, glossodinia, ipoestesia orale, dolore alla bocca, pancreatite, ipersecrezione salivare.
  • Patologie renali e urinarie. Comune: disuria, nefrolitiasi, pollachiuria; Non comune: calcoli urinari, ematuria, incontinenza, urgenza di minzione, colica renale, dolore renale, incontinenza urinaria; Rara: calcoli ureterici, acidosi tubulare renale.
  • Patologie dell'apparato riproduttivo e della mammella. Non comune: disfunzione erettile, disfunzione sessuale.
  • Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Comune: alopecia, prurito, rash; Non comune: anidrosi, dermatite allergica, eritema, ipoestesia facciale, prurito generalizzato, rash maculare, decolorazione della pelle, gonfiore al viso, orticaria; Rara: cattivo odore della pelle, orticaria localizzata; Non nota: eritema multiforme, edema periorbitale, sindrome Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica, pemfigo.
  • Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo. Comune: artralgia, spasmi; Non comune: dolore ai fianchi, muscolari, mioclonie muscolari, debolezza muscolare, dolore muscoloscheletrico toracico, mialgia; Rara: disturbi agli arti, gonfiore alle articolazioni, affaticamento muscolare, rigidità muscoloscheletrica.
  • Disturbi del sistema immunitario. Comune: ipersensibilità; Non nota: edema allergico, edema congiuntivale.
  • Patologie epatobiliari. Non nota: epatite, insufficienza epatica.
  • Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione. Molto comune: affaticamento; Comune: astenia, sensazione anormale, disturbi dell'andatura, irritabilità, malessere, piressia; Non comune: sensazione di ubriachezza, sensazione di estremo nervosismo, ipertermia, malessere simil-influenzale, sensazione di freddo alle estremità, pigrizia, sete; Rara: calcinosi, edema facciale, oligoidrosi.
  • Indagini. Molto comune: diminuzione di peso; Comune: aumento di peso; Non comune: presenza di cristalli nell'urina, anormalità nel test dell'andatura, diminuzione della conta dei globuli bianchi; Rara: diminuzione del bicarbonato plasmatico.
  • Circostanze sociali. Non comune: incapacità di apprendimento.


Altro che formicolio al braccio: l'infarto mi è venuto leggendo il bugiardino!

1 commento:

  1. Salve professore, dopo aver letto il suo articolo la mia sfiducia verso la medicina moderna è crescente, ma sopratutto penso che il cianuro abbia meno effetti colleterali... XD XD XD

    un saluto da un affezionato ex alunno
    Peppe Blancato

    RispondiElimina